Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
21 giugno 2012 4 21 /06 /giugno /2012 15:09

Immerso nella quiete apollinea dei giardini di Versailles il Trianon è diventato il buen retiro delle donne di potere e di piacere che dimoravano nella reggia più glamour d'Europa gravitando nella munifica orbita di sovrani come il Re Sole e il 'Beneamato' Luigi XV. E oggi a parlare dell'identità femminile di questi palazzi intrisi di intimismo romantico, ci pensa la mostra 'Les dames de Trianon' di scena dal 3 luglio al 14 ottobre 2012 al Castello di Versailles (Francia). Attraverso una nutrita galleria di ritratti di donne celebri realizzati dai più celebri pittori dell'epoca, l'esposizione ripercorre trent'anni di storia transalpina, tra politica, costume e moda. Destinazioni galanti o ritrovi ameni, i due castelli del Trianon hanno ospitato la 'dolce vita' della Duchessa di Borgogna, madre di Luigi XV, che nel 1702 vi organizzò la prima festa ufficiale dedicata al Carnevale, oltre agli intrighi delle favorite dei re come Madame de Montespan o la Contessa Du Barry che lo frequentavano costantemente.

trianon_versailles.jpg

Il Grande Trianon o Trianon di marmo è un palazzo che il re Luigi XIV volle realizzare nei pressi di Versailles in Francia. L'esterno dell'edificio è rivestito di marmo e da ciò prende il nome di «Trianon di marmo». Dal 1979, fa parte del patrimonio dell'umanità dell’UNESCO. Il Grande Trianon è un esempio di stile classico francese intrecciato con lo stile italiano. Il complesso degli edifici, in cui domina il rosa, è molto carino. Si entra nel cortile mediante un cancello basso: a destra, c'è la manica settentrionale. A sinistra, vediamo la manica meridionale coperta da un tetto piatto, con balaustra. Il materiale che riveste i muri è una pietra bionda; i pilastri sono di marmo rosa di Linguadoca. In fondo alla corte, una loggia unisce le maniche settentrionale e meridionale; fu voluta da Luigi XIV.

fonte: http://espresso.repubblica.it/style_design/fotogalleria/31799741

Repost 0
Published by mediavertigo - in Storia e Filosofia
scrivi un commento
20 giugno 2012 3 20 /06 /giugno /2012 17:15

vodafone_matrimonio.jpgUn matrimonio insolito: Guardate cosa ha combinato questa simpatica vecchietta nel giorno più importante della sua vita...  Momenti incredibili come questo andrebbero condivisi subito! Da oggi potrai raccontare in tempo reale a tutti i tuoi amici quello che ti sta accadendo grazie alle nuove offerte Vodafone Square.

Qui il video:  http://codicevertigo.blogspot.it/2012/06/un-matrimonio-insolito-vodafone.html


vodafone_concerto_palco.jpgAssolo sul palco durante un concerto: Chi non ha mai sognato di saltare sul palco durante il concerto del proprio cantante preferito e improvvisare un assolo? Guardate cosa ha combinato il protagonista di questo video... Momenti incredibili come questo andrebbero condivisi subito! Da oggi potrai raccontare in tempo reale a tutti i tuoi amici quello che ti sta accadendo grazie alle nuove offerte Vodafone Square.

Qui il video: http://armyofbeggars.blogspot.it/2012/06/invasione-di-palco-vodafone-square.html

 

primanotte_vodafone.jpgChi non sogna una notte così?!: Chi l’ha detto che solo i belli hanno successo con l’altro sesso? Guardate cosa è successo a questo ragazzo molto fortunato... Momenti incredibili come questo andrebbero condivisi subito! Da oggi potrai raccontare in tempo reale a tutti i tuoi amici quello che ti sta accadendo grazie alle nuove offerte Vodafone Square. 

Qui il video: http://mediayankees.blogspot.it/2012/06/vodafone-plavid-chi-non-sogna-una-notte.html

Repost 0
Published by mediavertigo - in Management e Impresa
scrivi un commento
20 giugno 2012 3 20 /06 /giugno /2012 17:06

Anche i cani amano i gelati e c'è chi ha pensato a un sorbetto fatto apposta per loro. "È stato in Liguria che qualche anno fa hanno inventato un gelato buono per gli uomini e per gli animali" racconta Paolo Cavalcanti.

sorbetto_cani.jpg

Egli è il proprietario di un negozio a Roma che vende le coppette di gelato molto apprezzate dai clienti a quattro zampe. Anche se, avverte il veterinario Marialivia Palmieri,"il gelato è una gratificazione ma non è indispensabile in caso di colpi di calore".

fonte: http://video.repubblica.it/natura/gli-animali-soffrono-il-caldo-il-gelato-per-cani/98856/97238

Repost 0
Published by mediavertigo - in Rimedi
scrivi un commento
19 giugno 2012 2 19 /06 /giugno /2012 17:32

Qualcuno vanta avventure incredibili in giro per il mondo, interessi chic e giovinezza, del corpo e dello spirito. Ma è tutto vero? Il nostro io on-line non è sempre lo specchio fedele della realtà, anzi. Spesso riflette la voglia di essere migliori, una nuova identità verso la quale protendersi. Qualche piccola bugia poi, diciamoci la verità, ci rende più interessanti sui social network. E noi italiani siamo i campioni delle frottole nel web. Sono per la maggior parte mezze verità o innocenti menzogne dichiarate in buona fede, sia chiaro. Ma il fenomeno interessa una persona su due. Secondo uno studio effettuato dal colosso americano dei microprocessori Intel, e condotta da Redshift Research in nove Paesi (Regno Unito, Polonia, Spagna, Italia, Repubblica Ceca, Paesi Bassi, Turchia, Egitto ed Emirati Arabi Uniti), la metà delle donne si concentra sulle foto mentre la metà degli uomini cerca di apparire più divertente e brillante di quanto non sia nel quotidiano, nella realtà.

bugie_chat.jpg

Se dunque un'attenta selezione delle foto, meglio ancora se con qualche ritocco, è il vezzo femminile per eccellenza, solo un uomo su quattro punta sull'estetica, preferendo evidenziale le sue presunte doti da seduttore. Perché alla fine è questo il punto. Conquistare l'interesse dell'altro è l'obiettivo finale del 50 per cento dei bugiardi social (tanti sono), tasso che scende al 32 per cento se parliamo di donne. Altri buoni motivi per dire "bugie bianche" sono catturare l'attenzione di amici e conoscenti (55 per cento) e nascondere le proprie insicurezze (40 per cento). Da non tralasciare, ovviamente, il semplice narcisismo, o l'intenzione di fare colpo su potenziali datori di lavoro. Mostrandosi magari più intelligenti e colti (22 per cento), e, perché no, chic, taggandosi in luoghi o eventi considerati di stile (17 per cento). Senza dimenticare di ostentare le nostre, vere o presunte, avventure di cuore...(CONTINUA)

fontehttp://www.repubblica.it/tecnologia/2012/06/19/news/mentir_per_pi_belli_apparir_gli_italiani_bugiardi_social-37495685/

Repost 0
Published by mediavertigo - in Marketing
scrivi un commento
19 giugno 2012 2 19 /06 /giugno /2012 15:52

Se l'alimento e il suo piatto hanno lo stesso colore siamo spinti a mangiare di più. È ciò che emerge da uno studio svolto alla Cornell University of New York. Tuttavia, se è vero i colori simili ci invogliano a consumare una maggiore quantità di cibo, dall'altra parte quelli differenti potrebbero aiutarci a dimagrire. Dopo aver sottoposto ad alcuni test diversi gruppi formati da sessanta individui, gli studiosi statunitensi hanno rilevato che la quantità di cibo assunta dai vari soggetti non dipendeva dal colore degli alimenti né dal colore del piatto, bensì dalla comunanza cromatica tra i due. Ai volontari è stato portato prima la pasta al pomodoro servita su un piatto di colore rosso, e poi su un piatto di colore bianco. Stessa cosa è stata fatta con la pasta con la panna, servita prima su un piatto bianco e poi rosso. L'esito è stato inequivocabile. Nei casi in cui i colori del cibo e del piatto coincidevano, le porzioni che i partecipanti prendevano dal buffet erano dal 17 al 22 % più abbondanti rispetto a quando il colore era diverso.

cibo_piatto.jpg

Ma da cosa deriva questa scelta inconsapevole? Secondo gli esperti, il contrasto di colore era una sorta di campanello d'allarme che faceva notare maggiormente ai soggetti la quantità di cibo servita. Mangiare quindi su piatti di colore diverso rispetto al cibo consumato dovrebbe teoricamente indurci a mangiare meno. Invece, un altro studio recente aveva suggerito di utilizzare dei piatti rossi per limitarci a tavola perchè il rosso nell'immaginario collettivo segnala uno stop, quindi anche il nostro cervello sarebbe in qualche modo portato a frenarsi.

( a cura di francesca mancuso da ' nextme ' )

fonte: http://www.nextme.it/rubriche/lo-sapevi-che/3849-colore-piatto-cibo

Repost 0
Published by mediavertigo - in Chimica e Biologia
scrivi un commento
18 giugno 2012 1 18 /06 /giugno /2012 16:29

La tradizione di utilizzare i cornetti porta-fortuna è antichissima. Risale all'uso delle corna degli animali nell'epoca greca e romana contro gli spiriti malefici. L'usanza di toccare un corno è probabilmente legata alla forma appuntita delle corna, un'analogia con le armi difensive. Secondo alcuni, invece, la loro forma fallica richiamerebbe l'idea di fecondità e abbondanza e quindi per metafora fecondità della terra e delle messi. Le corna, infatti, rappresentano il segno anatomico del vigore sessuale degli animali. Da qui nasce il costume del cornetto in metallo, corallo o legno, che generalmente deve essere dato in dono e conservato in un luogo segreto. E

cornetti_ferro.jpg

Esempi di questi cornetti sono stati ritrovati anche in tombe cretesi ed etrusche. Funzione amuletica importante è anche quella della mano che imita le corna, anch'essa legata alla fecondità, essendo il gesto un sostituto simbolico dell'organo maschile eretto, secondo gli studiosi del folklore. Il ferro di cavallo deve essere rigorosamente inchiodato alla porta con la parte aperta rivolta verso il basso in modo da ''scaricare'' a terra ogni elemento negativo. Secondo una leggenda del decimo secolo, l'origine di questa credenza rimanda a una vicenda che vide protagonista San Dustan, il quale un giorno incontrò uno strano personaggio, che si rivelò poi essere il diavolo, che il santo provvide a incatenare al muro. Dustan allora promise di liberarlo se quello avesse giurato di non entrare nelle case in cui fosse posto un ferro di cavallo sulla porta.

FONTE: Rivista '' Airone '' (Giugno 2012)

Repost 0
Published by mediavertigo - in Cinema e Documentari
scrivi un commento
18 giugno 2012 1 18 /06 /giugno /2012 14:21

E' nata una nuova ''app'' che offre ai neonatologi una guida affidabile e rapida per intraprendere valutazioni cardiache su bambini appena venuti al mondo. L'app è stata progettata dai dipartimenti di Pediatria e Fisiologia dell'Hospital for Sick Children e del Mount Sinai Hospital.

app_bambini_nati.jpg

Disponibile gratuitamente su iTunes, l'app e' studiata per il personale medico e infermieristico che utilizza la tecnica a ultrasuoni Targeted Neonatal Echocardiography (TnECHO) sul cuore di neonati, test che aiutano durante le diagnosi cliniche."La TnECHO sta trasformando il nostro approccio alle cure neonatali - ha affermato Patrick McNamara, il quale ha lavorato all'applicazione insieme a Afif El-Khuffash -. Ci da' informazioni piu' accurate e ci rende capaci di prendere le decisioni giuste per i nostri piccoli pazienti, in modo più veloce"...(CONTINUA)

fonte: http://www.agi.it/research-e-sviluppo/notizie/201206181304-eco-rt10115-salute_nuova_app_per_valutazioni_cardiache_su_neonati

Repost 0
Published by mediavertigo - in Rimedi
scrivi un commento
17 giugno 2012 7 17 /06 /giugno /2012 18:55

888 - BJ_468x60_it

Cos'è che spinge a preferire un pacco di biscotti invece che un altro? E' il colore della confezione a guidarci piuttosto che gli ingredienti. Infatti, secondo uno studio effettuato dagli studiosi della Rassegna internazionale 'Color Expo'' di Seoul (Corea del Sud), il 93% delle persone intervistate considera la vista il senso più importante nella scelta di un prodotto da supermercato. Di questi, ben l'84% ha considerato il colore l'elemento decisivo.

Secondo l'Institute for Color Research, centro statunitense di ricerca e sviluppo di soluzioni cromatiche per il mercato, il colore è decisivo negli acquisti d'impulso (dove la scelta non richiede più di novanta secondi). Già negli anni Settanta, il sociologo della comunicazione Marshall Mc Luhan spiegava che gli individui ormai hanno così tanto da scegliere che hanno bisogno di aiuto. E' per questo che, secondo il sociologo, amano i packaging sgargianti. Teoria confermata da uno studio della Loyola University Maryland (Stati Uniti) secondo cui il colore da solo migliora dell'80% il riconoscimento di una marca. ''Le tonalità sature e i colori primari'', dice il color designer Mariella D'Amico ''attraggono i bambini e chi fa pochi e ponderati acquisti, i colori tenui o neutri attirano un pubblico più sofisticato, i colori scuri un target maschile mentre le donne sono più attratte dal rosso''.

colori_spot_scelta_facebook.jpg

Le nostre preferenze cromatiche sono anche culturali, oltre che soggettive. Secondo i sociologi, stiamo attraversando ''gli anni blu'': infatti, negli ultimi cinquant'anni, le ricerche di mercato hanno confermato che è il blu il colore preferito per oltre il 50% di europei, canadesi, americani e australiani. Ogni epoca ha il suo colore dominante: bianco e rosso per l'Antica Roma, giallo e oro per il Medioevo, verde per il Rinascimento, nero per il Seicento, bianco per il Settecento neo-classico. Il blu sarebbe preferito da chi cerca stabilità e calma; peraltro, è il colore scelto dai social network. Skype, Facebook, Twitter, LinkedIn hanno tutti il blu come colore base, ma anche leader dell'informatica come Hewlett Packard e Dell.

Infine, per quanto riguarda la differenza blu-rosa dei sessi, c'è una vecchia ricerca antropologica della Newcastle University che afferma che il blu sarebbe preferito dai maschi in quanto richiama le buone condizioni meteorologiche idonee per attività di caccia all'aria aperta; mentre il rosa (e il rosso) evocherebbero la frutta matura, raccolta agli albori della civiltà proprio dalle donne della tribù.

fonte: Rivista '' Airone '' (Giugno 2012)

generique-468x60-1.jpg

Repost 0
Published by mediavertigo - in Web e Cultura digitale
scrivi un commento
17 giugno 2012 7 17 /06 /giugno /2012 17:52

L'ipertensione è un elemento sfavorevole di prognosi ai fini della longevità, per questo bisogna tener d'occhio i valori che interessano sia la pressione sistolica, ovvero la massima, che la pressione diastolica, vale a dire la minima, che il valore differenziale tra le due misurazioni. Stando alle indicazioni dell'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), i valori normali di pressione arteriosa sono 90-150 (minima-massima). Ma nei soggetti a rischio è consigliabile mantenersi entro i valori di 70-120 per abbassare la probabilità di ischemìe. Tuttavia, la pressione arteriosa negli anziani tende ad incrementare per un motivo specifico, ovvero la difesa delle capacità cognitive.

Infatti, con l'avanzare dell'età, i vasi sanguigni si induriscono, e per evitare che l'afflusso di sangue al cervello diminuisca, il nostro organismo reagisce aumentando la pressione. Immaginate quando innaffiamo il giardino: per raggiungere una pianta posta in lontananza, restringiamo il foro d'uscita del tubo, la pressione dell'acqua all'interno aumenta e il getto arriva più lontano. La stessa cosa succede nei vasi sanguigni dell'anziano; ma attenzione, se si abbassa repentinamente la pressione massima da 180 a 120, l'afflusso di sangue al cervello diminuisce, con probabili conseguenze che vanno da perdita di memoria e deficit di attenzione fino al collasso, con possibilità di patologie vascolari anche gravi. Perciò, in soggetti anziani con pressione elevata, non bisogna mai agire in modo brusco.

cura_ipertensione.jpg

L'alimentazione incide in maniera decisiva sull'incremento della pressione, insieme allo stress, alla vita sedentaria e alla temperatura esterna. D'inverno infatti la pressione è più alta, mentre d'estate è più bassa. Se l'ipertensione è lieve (minima 90-100, massima 150-170), si può intervenire sull'eventuale sovrappeso: ogni 10 kg persi, i valori scendono di 5 punti. Una dieta povera di sodio è indispensabile sia per chi già soffre di ipertensione, sia per chi vuole prevenirla. È stato dimostrato che alcune popolazioni giapponesi che consumano fino a 25 g di sale al giorno sono ipertese, mentre le popolazioni africane che ne consumano meno di 3 al giorno non conoscono l'ipertensione. Il fabbisogno giornaliero è di massimo 5-6 grammi al dì.

Gli alimenti con alto contenuto di sodio sono gli insaccati, gli affettati, i formaggi fermentati. Attenzione a prosciutto, pancetta affumicata, salame, lievito, sottaceti, la maggior parte dei biscotti, olive, quasi tutti i cibi in scatola e le patatine fritte. Un cucchiaino da tè contiene cinque grammi di sale: questa è la quantità massima permessa per l'intera giornata. E poi alla larga dalla liquirizia, aumenta la ritenzione del sodio ed elimina il potassio. Da consigliare: riso, farina d'avena e di frumento, frutta, verdura fresca o congelata, patate, carni bianche, pesce fresco, cereali, pane azzimo, latte, olio extravergine d'oliva, kiwi, ricotta e le acque minerali povere di sodio. In generale, preferite cibi freschi, senza aggiungere sale. E se proprio non potete farne a meno, sostituite il sale con un preparato iposodico di quelli comunemente in commercio. Infine, si consiglia di effettuare attività aerobiche, come la corsa o la camminata veloce, mentre è meglio evitare sport di potenza, come ad esempio il sollevamento pesi. La frequenza deve essere di tre volte a settimana, con sessioni di una quarantina di minuti ciascuna.

fonte: http://cervelliamo.blogspot.it/2012/06/ipertensione-i-perche-e-lalimentazione.html

Repost 0
Published by mediavertigo - in Rimedi
scrivi un commento
16 giugno 2012 6 16 /06 /giugno /2012 14:21

Euronics Acquista Online - Offerte Imperdibili

Citando la defininizione di Wikipedia, "il troll è una persona che interagisce con gli altri utenti mediante messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso. Il suo obiettivo è disturbare la comunicazione e fomentare gli animi". Ebbene, adesso il governo inglese ha preso la decisione di dichiarare guerra ai cyber-bulli. Al vaglio della camera dei Comuni c'è il disegno di legge contro la diffamazione e le molestie in Rete. Per esercitare la propria attività, i gestori delle piattaforme on line avranno l'obbligo di consegnare alle autorità inglesi i dati identificativi degli utenti. Ai provider sarà assicurata dal governo una tutela speciale per eventuali ricorsi legali, in caso che i troll decidano "in nome della libertà di espressione" di opporsi e costituirsi parte civile.

troll_legge_gb.jpg

L'articolo di legge antitroll è contenuto nel quinto paragrafo del 'Defamation Bill 2'. La nuova riforma tende a velocizzare e semplicare il procedimento di individuazione del diffamatore virtuale, ricorrendo a un giudice di grado inferiore della High Court. La nuova regola si applicherà a tutti i siti, indipendentemente dal server su cui è ospitato. Si tratta di un cambiamento epocale che però mette a rischio il diritto di rimanere anonimo sul web. "Il governo consente alle persone di proteggere la propria reputazione online in modo efficace", afferma un responsabile dell'esecutivo...( CONTINUA)

FONTE: http://www.repubblica.it/tecnologia/2012/06/13/news/troll-37139943/

Prenota online i voli economici eDreams!

Repost 0
Published by mediavertigo - in Web e Cultura digitale
scrivi un commento

Other Articles

boulevardbroken.jpg

Una grande band di punk/pop americano: Green Day --->>> link

 

henry 200

Henry: l'elegante gazzella dell'Arsenal --->>> link

 

baudelaire.jpg

Il poeta maledetto Baudelaire --->>> link

 

medicina1.jpg

Pensiamo alla...Salute: i Forum --->>> link

 

films.jpg

Recensioni di molte pellicole cinematografiche --->>> link

 

construction.jpg

Fai un 'Project Work' per un Master o un Corso --->>> link

 

tecnologia-amica.jpg

Presentazione di prodotti tecnologici --->>> link

 

pino_scotto_rocktv.JPG

Tutti i video del guru rocker Pino Scotto --->>> link

 

musica.jpg

Articoli su artisti e gruppi musicali --->>> link

 

belabela.jpg

Le bellezze dello spettacolo: Belen, Folliero e altre --->>> Belen e altre bellezze della tv.

Calendari sexy --->>> I mitici calendari di MAX.

Cerca Nel Blog

MEDIAvertigo...altrove

vertigosublogger.jpg

http://mediayankees.blogspot.com - link

Film-TeleFilm-Partite - link

Archivi

ZANOX 1

Hotel Holidays a 129 Euro invece di 300. Risparmi il 57% (468962)

Sprintrade Network