Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
13 febbraio 2012 1 13 /02 /febbraio /2012 02:52

Pratica comune tra i giovani, si diffonde tra gli adulti per risparmiare tempo

Se da qualche tempo vi lamentate perché i vostri figli non si accontentano più di stare tutto il giorno davanti a un pc, ma hanno cominciato a passarlo davanti a 2 computer, smettete di lamentarvi: è una moda mondiale e forse fa perfino bene alla produttività del pianeta. Le statistiche non lasciano dubbi: sempre più gente sta collegata a internet attraverso due monitor contemporaneamente. Uno solo non basta più, alla generazione degli internauti sembra di andare troppo piano, di perdere tempo prezioso, di restare indietro. E c'è chi di monitor accesi ne tiene addirittura tre, lasciando casomai spento, sullo sfondo, quello che appare ormai obsoleto e inutile, lo schermo del televisore.

doppiopc.jpg

Nel 2011 sono stati venduti 130 milioni di nuovi "desktop computer", computer da scrivania, in tutto il mondo. Ma nello stesso anno sono stati venduti 180 milioni di monitor per computer: magari non tutti quei 50 milioni di differenza vanno a raddoppiare le connessioni al web in una stessa stanza, su una stessa scrivania, ma una buona parte probabilmente sì. Lo conferma un altro dato, fornito dalla Nec Display, una delle maggiori aziende produttrici di monitor al mondo: nel 2007 l'1 per cento dei suoi clienti teneva accesi due computer allo stesso tempo; l'anno scorso la percentuale è salita al 40 per cento; quest'anno potrebbe arrivare al 60. E lavorare su due computer anziché su uno solo, in un giorno di un futuro affatto lontano, diventerà la norma, lo faranno tutti, o almeno tutti quelli che possono, afferma l'Herald Tribune, edizione internazionale del New York Times. Ci sono varie ragioni per spiegare il fenomeno. Una è che i monitor sono meno costosi di un tempo. Un'altra è che sono più sottili, quindi occupano meno spazio sulla scrivania...(CONTINUA)

di enrico franceschini (Repubblica)

FONTE: http://www.repubblica.it/tecnologia/2012/02/12/news/multischermo-29737273/

Repost 0
Published by mediavertigo
scrivi un commento
13 febbraio 2012 1 13 /02 /febbraio /2012 02:44

Un accordo con gli Usa obbliga le banche italiane a denunciare i conti di clienti che hanno "interessi" oltreoceano

Per capire l'atteggiamento del governo americano verso l'evasione fiscale basti ricordare che Al Capone, il gangster per eccellenza, fu incastrato per reati fiscali e finì la sua carriera in carcere. Con le tasse gli Usa non scherzano. E ora per andare a caccia di evasori estendono le loro regole anche ad altri paesi, tra cui l'Italia.

salvadenaro.jpg

Il principio cardine è che in tempi di globalizzazione economica una lotta all'evasione davvero efficace deve superare i confini nazionali. Cosi il nostro governo, insieme a quello di Francia, Germania, Spagna, Regno Unito, ha annunciato che applicherà il "Foreign Account Tax Compliance Act" (Fatca), una convenzione internazionale per ampliare la collaborazione tra le amministrazioni e semplificare lo scambio di informazioni fiscali...(CONTINUA)

FONTE: http://economia.virgilio.it/tasse/lotta-evasione-fiscale-italia-adotta-severissime-norme-usa.html

Repost 0
Published by mediavertigo - in Banca e Finanziamenti
scrivi un commento
13 febbraio 2012 1 13 /02 /febbraio /2012 02:35

Ricarica wifi e in movimento. L'autostrada diventa elettrica

Ricaricare con il wireless i veicoli elettrici mentre sfrecciano per l'autostrada, concependo nuovi modi di utilizzare la corrente elettrica "on the road" e a casa, negli ospedali e in città più accessibili ai disabili. È questo lo scenario a cui stanno lavorando i cervelloni di CARS, che non è un cartone animato ma il programma dell'Università di Stanford dedicato al settore dell'auto (Center for Automotive Research di Stanford). Qui i ricercatori hanno sviluppato un sistema di ricarica, basato sui campi magnetici, capace di trasmettere senza fili grandi quantità di corrente tra due bobine di metallo poste a una certa distanza. Lo studio, pubblicato sulla rivista Applied Physics Letters, parte da una scoperta fatta qualche anno fa dal Massachusetts Institute of Technology, diventata poi il fiore all'occhiello di una startup chiamata - guarda caso - WiTricity. Entrambe le tecnologie prendono spunto da un principio teorizzato già a fine Ottocento dal fisico serbo-americano Nikola Tesla.

Il lavoro degli scienziati di Stanford ha potenzialità rivoluzionarie per il settore dell'auto elettrica. Il gruppo guidato da Shanuhi Fan è infatti riuscito a trovare il modo di trasmettere 10 chilowatt di energia elettrica lungo una distanza di quasi due metri, riducendo al minimo le perdite. Secondo i fisici, questa tecnologia potrebbe un giorno essere utilizzata per creare un'autostrada elettrica dotata di canali wireless: una strada su cui i veicoli possano ricaricarsi anche in movimento e continuare a funzionare, virtualmente, all'infinito. 

wifi_strada.jpg

La ricarica wireless è già in funzione in alcune stazioni sperimentali per veicoli elettrici, dove viene usata per fare il pieno di batteria senza bisogno di fili o prese di corrente. La tecnologia, nata nel laboratori del MIT di Boston e cresciuta con WiTricity, sfrutta il principio in base al quale i campi magnetici di due dispositivi sintonizzati sulle stesse frequenze naturali possono "accoppiarsi" in un solo campo magnetico continuo (un fenomeno noto come "accoppiamento di risonanza magnetica"). Facendo risuonare due spirali di rame a una determinata frequenza, insomma, si crea la stessa consonanza di quando due bicchieri di vino vibrano all'unisono al suonare di una specifica nota.

Da questa "magia" WiTricity ha ricavato un vero e proprio marchio di fabbrica, stringendo accordi con case automobilistiche come Toyota e Mitsubishi Motors. Mentre però a Boston i ricercatori si sono concentrati su un sistema di ricarica wireless stazionario (capace di trasferire in media 3 chilowatt di energia a un veicolo parcheggiato su strada o in un garage), in California i ricercatori hanno portato la sfida ancora più in là, puntando tutto sulla dinamicità. "L'idea - spiega Fan - è di incorporare nell'asfalto una serie di spirali piegate a formare un angolo di 90 gradi, per poi connetterle alla rete elettrica. Anche le auto dovrebbero essere equipaggiate delle stesse spirali, che potrebbero essere attaccate al telaio così da creare un campo magnetico con l'autostrada stessa". Secondo i calcoli dei ricercatori, una soluzione di questo tipo consentirebbe di trasferire 10 chilowatt lungo una distanza di 1,98 metri, abbastanza da ricaricare un'auto elettrica a velocità sostenuta...(CONTINUA)

di giulia belardelli (Repubblica)

FONTE: http://www.repubblica.it/motori/attualita/2012/02/10/news/motori_ricarica_wifi_e_in_movimento-29529101/

Repost 0
Published by mediavertigo
scrivi un commento
11 febbraio 2012 6 11 /02 /febbraio /2012 03:15

Dr. House           Serie Tv          Hugh Laurie          Doctor House          Telefilm

Hugh Laurie l’aveva detto: “Questa (l’ottava) sarà l’ultima stagione di House”. Ed ora arriva anche l’annuncio ufficiale da parte del creatore della serie David Shore, dello stesso Laurie e del produttore esecutivo di Fox, Katie Jacobs:  “A maggio andrà in onda l’ultima puntata di “Dr House -  M.D.” dove MD sta per Medical Division (questo il titolo originale della serie). Nell’aprile di quest’anno la produzione dello show avrà completato 177 episodi, in onda con successo in tutto il mondo dal 2004 (la prima americana è del novembre 2004). Un successo in gran parte dovuto alla perfetta adesione di Hugh Laurie al suo “carattere” dello schermo:  un medico dalla logica inflessibile, duro ed emotivo, cinico e umanissimo allo stesso tempo, come dimostra la più recente svolta sentimentale con la collega ‘Cuddy’, l’attrice Lisa Edelstein.

hous.jpg

Ma evidentemente la produzione ha dovuto prendere atto della decisione di Laurie di lasciare lo show,  più volte ribadita, a fine contratto, nell’aprile 2012 appunto,  e  all’apice del successo, quando ancora la serie a livello mondiale raggiunge livelli di audience e gradimento altissimi. La soluzione,definita “dolorosa ma necessaria”, serve però anche a mantenere inalterato il fascino della serie, lasciando agli affezionati la possibilità di immaginare, nella nota della produzione: “che fine faranno i protagonisti”. Nel ruolo di  Gregory House, Laurie (52 anni) è stato tra gli attori più pagati degli ultimi anni, con 700 mila dollari di cachet a puntata nelle ultime stagioni. Nonostante la fama planetaria, l’attore inglese, di formazione teatrale,  è sempre stato piuttosto schivo dalla ribalta hollywodiana e autoironico sui destini sua carriera televisiva. “Dopo House basta tv”, ha detto in più di un’intervista, lasciando capire che nella sua prossima vita si dedicherà alla chitarra e al blues, la sua più grande passione...(CONTINUA)

FONTE: http://www.kataweb.it/tvzap/2012/02/09/dr-house-al-capolinea-fox-conferma-a-maggio-lultima-puntata-380965/

Repost 0
Published by mediavertigo
scrivi un commento
10 febbraio 2012 5 10 /02 /febbraio /2012 18:53
Repost 0
Published by mediavertigo
scrivi un commento
10 febbraio 2012 5 10 /02 /febbraio /2012 04:14
Repost 0
Published by mediavertigo
scrivi un commento
8 febbraio 2012 3 08 /02 /febbraio /2012 16:41

Safer Internet day, l'allarme di Microsoft

Microsoft presenta i dati aggiornati del suo indice di sicurezza, in occasione del Safer Internet day, evento organizzato nell'ambito di Insafe, l'iniziativa della Commissione Europea per incrementare il livello di consapevolezza dei problemi di sicurezza legati a Internet. E quelli di Microsoft sono numeri che fotografano una popolazione italiana piuttosto mal messa dal punto di vista della protezione dei propri sistemi e dati. La maglia nera è evitata, ma per poco: peggio di noi ci sono solo Bosnia e Montenegro. Per analizzare il fenomeno, Microsoft ha stilato il Computing Safety Index (MCSI), il suo tradizionale indice di sicurezza. In una scala predefinita 1 a 100, il punteggio medio dei 27 Paesi coinvolti è stato pari a 44. L’Italia ha ottenuto un punteggio medio di 39, superiore solo a quello di Bosnia (36) e Montenegro (38). La palma di Paese più sicuro va alla Slovacchia con 56 ed alla Finlandia con 50.

La ricerca è stata condotta da da Microsoft in 27 paesi, europei e mediorientali, con lo scopo di analizzare la diffusione di strumenti e l’adozione di comportamenti online adeguati. In Italia, solo il 2% degli utenti Internet ha la piena consapevolezza dei rischi della rete e le conoscenze per proteggersi, e il 71% dispone di una protezione online di base, ma non ha le competenze adeguate per difendersi dalle minacce sempre piu’ sofisticate della cybercriminalità, ovvero phishing e furto di identità. Insomma, gli utenti italiani possono fare di meglio per proteggere la propria sicurezza online. Oggetto di analisi della ricerca anche le procedure di protezione proattive conosciute e utilizzate dalla popolazione. Ovvero protocolli e comportamenti di sicurezza che impediscano a prescindere attacchi criminali, procedure oggi ndispensabili per proteggersi dal cybercrimine, che colpisce sempre più tramite i social network.

I risultati del sondaggio dimostrano che, sebbene numerosi utenti utilizzino firewall, software antivirus e password complesse, spesso non dispongono di informazioni sulle azioni e sugli strumenti che contribuiscono a proteggere dalle minacce di tipo social engineering, che ingannano le vittime a scopo di furto. In particolare è emerso che oltre metà (60%) degli intervistati non si informa su come prevenire eventuali furti di identità e il 79% non conosce le procedure più innovative da eseguire per proteggere la propria reputazione online. La ricerca indica che numerosi utenti sono quindi potenzialmente vulnerabili ad attacchi di questo tipo e non adottano precauzioni sufficienti per proteggersi da una cybercriminalità che ricorre all'inganno per sottrarre denaro e informazioni personali. Ad esempio, solo un terzo delle persone modifica le impostazioni sulla privacy dei siti di social networking per limitare la condivisione di informazioni e solo il 32% dichiara di ricorrere ai filtri del browser e al filtro anti-phishing.

“Rinnoviamo il nostro impegno per diffondere la conoscenza dei meccanismi della sicurezza online così da consentire a tutti la salvaguardia della propria identita’ digitale” - afferma Pietro Scott Jovane, ad di Microsoft Italia. "I dati diffusi oggi purtroppo sottolineano il gap digitale dell’Italia in questa materia e ci spingono a contribuire ancor di più a ridurre i rischi per le persone e le loro famiglie fornendo a minori, genitori ed educatori  informazioni e strumenti tecnologici gratuiti per contrastare le tattiche sempre più sofisticate e insidiose utilizzate dai cybercriminali. Di qui la volonta’ di aumentare il nostro impatto in occasione del Safer Internet Day 2012 anche attraverso il coinvolgimento diretto del nostro ecosistema di partner, che per la prima volta avra’ accesso ad un kit con i materiali utili per organizzare nelle scuole corsi di formazione sui temi della sicurezza in Rete.”(CONTINUA)

FONTE: http://www.repubblica.it/tecnologia/2012/02/06/news/safer_internet_day_l_allarme_di_microsoft_cybercriminali_sempre_pi_bravi_-29432681/

Repost 0
Published by mediavertigo
scrivi un commento
8 febbraio 2012 3 08 /02 /febbraio /2012 16:33

Grazie ai sensori possono individuare nei prigionieri comportamenti anomali

E' giunta l'era dei droidi. Dalla difesa al commercio, sempre più spesso sofisticati automi di vario genere vengono creati per essere inseriti nella vita quotidiana e prendere il posto degli umani. E dalla Corea del Sud arriva un'ulteriore significativa notizia nella sperimentazione robotica: si tratta di sentinelle hi-tech, un progetto che partirà a marzo- per la durata di un mese- per quelle che a tutti gli effetti verranno considerate le prigioni del futuro. Occhi grandi, un simpatico sorriso stampato, ma soprattutto capace di parlare. Non c'è nulla d'inquietante nell'aspetto di questi secondini-robot.  Il tutto per un'altezza di un metro e mezzo, settanta chili di peso, sebbene ancora su 4 ruote. Le tre insolite sentinelle del progetto pilota- in questo numero solo per la prima fase- inizieranno i loro turni nel penitenziario di Pohang, a sud est di Seul, nell'Est del Paese. L'obiettivo sarà generare un concreto aiuto per le guardie del carcere, evitando il lavoro più duro, come i turni intensivi soprattutto notturni.

A metà tra Casper, il celebre fantasmino della Famous Studio e Wall-e, il cartone animato della Pixar, i secondini-robot avranno il compito di stabilire una comunicazione a distanza tra detenuti e agenti penitenziari, grazie ad un sistema radio. Un costante rapporto via wireless, insomma, di massima precisione, per via di particolari sensori elettronici di cui sono stati dotati, proprio per individuare nei prigionieri quei comportamenti anomali, autolesionisti o violenti, segnalandoli di conseguenza agli agenti di permanenza. E se l'esperimento dovesse dare risultati positivi, presto i robot aumenteranno di numero, insinuandosi anche nelle altre carceri del Paese. 

Il progetto fa parte dell'enorme investimento che la Corea del Sud sta già da tempo sostenendo per primeggiare nel settore e superare le acquisizioni tecnico-scientifiche raggiunte fino ad oggi dal suo più grande rivale, ovvero il Giappone. Basti pensare che negli ultimi 2 anni, stando ai dati pubblicati dall'agenzia sudcoreana Yonhap ad ottobre del 2011, il mercato della sperimentazione robotica è aumentato dell'80%. Il Paese ha, infatti, investito in tutti i settori della vita dei suoi connazionali. Un esempio tra tanti: lo scorso anno avevamo assistito all'inserimento di docenti d'inglese robotizzati nelle scuole medie di Daegu, vicino Seoul. Oggi è il turno degli automi carcerari. L'idea è stata realizzata dall' “Asian Forum For Corrections”, un gruppo di ricercatori specializzato in criminalità e politiche carcerarie, con il supporto del Ministero della Giustizia e del Ministero dell'Economia e Conoscenza, che hanno stanziato circa 674 mila euro (più o meno un miliardo di won) per vedere la nascita di questi robot...(CONTINUA

FONTE: http://www.repubblica.it/scienze/2012/02/05/news/robot_guardie_carcerarie-29022851/

Repost 0
Published by mediavertigo
scrivi un commento
8 febbraio 2012 3 08 /02 /febbraio /2012 16:19

Bones               ReteQuattro            Fox           Brennan           Antropologa

Il giovedì in prima serata, ReteQuattro ha ripreso la programmazione della sesta stagione della sua serie di punta, ovvero ''Bones'', interrotta nella primavera del 2011 a causa del basso livello di ascolti. Un'interruzione che aveva destato molto disappunto tra i fans della serie. Tuttavia, le legittime aspettative sembrano essere state ancora una volta disattese a giudicare dallo share, intorno al 4%, registrato per i due episodi andati in onda giovedì scorso: l’ottavo, Le ossa non mentono mai, e il nono, Vite parallele. Si ricorda infatti che al TelefilmFestival di Milano questo serial, attraverso i  sondaggi lanciati da TV Sorrisi e Canzoni, si era aggiudicato il primo posto nel 2010 e un rispettabile secondo posto nel 2011 quale migliore serie televisiva trasmessa nel nostro Paese.

Creato da Hart Hanson e prodotto dalla 20th Century Fox a partire dal 2005, questo telefilm poliziesco, giunto negli Usa alla settima edizione, è liberamente ispirato ai romanzi dell’antropologa forense Kathy Reichs e al suo alter ego letterario il personaggio di Temperance Brennan (Emily Deschanel), soprannominata 'Bones' dall’agente Seeley Both (David Boreanaz) della FBI con cui collabora per la soluzione di casi di omicidi particolarmente difficili. L’antropologa Bones, affiancata da una nutrita schiera di tirocinanti dell’immaginario Museo di Scienze Naturali di Washington D.C., il Jeffersonian Institute, oltre ad occuparsi dell’analisi dei resti umani e dei luoghi del crimine, ha sempre dato un certo filo da torcere, tra battute caustiche e algide considerazioni, al suo collega poliziotto, Booth, dal carattere più umano ed affettuoso. La particolarità di questo serial infatti, oltre ovviamente a quella di tenere con il fiato sospeso i telespettatori in attesa dello scioglimento del caso, va individuata nella tensione creata da questo connubio dell’amore impossibile tra i due protagonisti.

Nella stanza degli sceneggiatori, l’evoluzione di questo rapporto ha negli anni suscitato un interessante dibattito che è poi sfociato al 100° episodio (il sedicesimo della quinta stagione) in una dichiarazione d’amore dell’agente Booth, sventuratamente non andata a buon fine a causa del fermo rifiuto da parte di Brennan. I fan più “romantici”, ritenendo che se la stessero tirando un po’ troppo per le lunghe, hanno tuttavia dovuto rassegnarsi, con la certezza che qualcosa tra i due sarebbe accaduto di certo nella sesta stagione. E dato che, come recita il vecchio detto, il cliente ha sempre ragione, in effetti ormai ci sono tutti i segni per far pensare che qualcosa tra i due accadrà. Il problema a questo punto è il quando e il cosa. Il punto di svolta, forse anche un po’ troppo repentino, si è avuto proprio nel tanto discusso episodio trasmesso giovedì scorso e sceneggiato da Carla Kettner, Vite parallele, che molti dei fan considerano il vero inizio della sesta stagione...(CONTINUA)

FONTE: http://www.zazoom.it/blog_rsc/post.asp?id=5923   

Repost 0
Published by mediavertigo
scrivi un commento
8 febbraio 2012 3 08 /02 /febbraio /2012 01:04

VideoBam.com
Powered by VideoBam - Free Video Hosting

http://videobam.com/kwJAg   link

Repost 0
Published by mediavertigo
scrivi un commento

Other Articles

boulevardbroken.jpg

Una grande band di punk/pop americano: Green Day --->>> link

 

henry 200

Henry: l'elegante gazzella dell'Arsenal --->>> link

 

baudelaire.jpg

Il poeta maledetto Baudelaire --->>> link

 

medicina1.jpg

Pensiamo alla...Salute: i Forum --->>> link

 

films.jpg

Recensioni di molte pellicole cinematografiche --->>> link

 

construction.jpg

Fai un 'Project Work' per un Master o un Corso --->>> link

 

tecnologia-amica.jpg

Presentazione di prodotti tecnologici --->>> link

 

pino_scotto_rocktv.JPG

Tutti i video del guru rocker Pino Scotto --->>> link

 

musica.jpg

Articoli su artisti e gruppi musicali --->>> link

 

belabela.jpg

Le bellezze dello spettacolo: Belen, Folliero e altre --->>> Belen e altre bellezze della tv.

Calendari sexy --->>> I mitici calendari di MAX.

Cerca Nel Blog

MEDIAvertigo...altrove

vertigosublogger.jpg

http://mediayankees.blogspot.com - link

Film-TeleFilm-Partite - link

Archivi

ZANOX 1

Hotel Holidays a 129 Euro invece di 300. Risparmi il 57% (468962)

Sprintrade Network