Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
8 ottobre 2012 1 08 /10 /ottobre /2012 15:33

Mentre già tremila Rom sono stati espulsi da quando Hollande è presidente, in continuità con la politica degli anni di Sarkozy (l'unica differenza è che adesso vengono evitate le dichiarazioni brutali e ideologiche), il Grand Palais dedica una grande mostra al mito della Bohème, dalle prime rappresentazioni delle popolazioni chiamate «egiziane» nell'epoca classica, fino all'appropriazione della figura del bohémien, libero ed errante, fatta dagli artisti a metà del XIX secolo. 

boheme_zingari.jpg

Scritto su un muro del Grand Palais di Parigi: «Se non sai dove vai, ricordati da dove vieni...». Questo proverbio rom accoglie i visitatori dell'esposizione 'Bohèmes', aperta fino al 14 gennaio 2013. I protagonisti sono gitani, zingari e vagabondi da sempre disprezzati dai sedentari ma amati e ammirati dagli artisti che, dall'età rinascimentale in poi, li hanno scelti come protagonisti delle loro opere. In mostra nel museo di Parigi 200 pitture, composizioni, testi che da Leonardo a Courbet, da De La Tour a Manet, da Rimbaud a Verlaine, da Puccini a Lenoir descrivono il fascino della vita nomade. Artisti pronti alla prova del fuoco della bohème, in cui in gioco è la vita, in un cammino ideale che dall'Italia passa in Francia, continua in Spagna e conquista l'Europa in toto. Un cammino lungo quattro secoli che racconta il fascino di chi sceglie, in ogni epoca, di rompere con il conformismo, rifiutare le strade già tracciate, sfidare il loro destino per trovare la libertà di cui da sempre si nutre l'arte - di Giacomo Leso da Parigi.

Intorno alla metà dell’Ottocento si sviluppa, in Francia, un atteggiamento mentale, più che un movimento, in virtù del quale gli artisti ed i giovani studenti esprimono il proprio malessere esistenziale ed il proprio anti-conformismo vivendo una vita disordinata, squattrinata ed errabonda, in uno stato di intima solitudine. Il loro riferimento è il nomadismo degli zingari che, provenienti dalla Boemia, sono approdati in Francia.

boheme_zingari-france.jpg

«Credo che l'attualità che conosciamo oggi non sia mai cessata – dichiara il curatore, Sylvain Amic, direttore del Museo delle Belle Arti di Rouen -. In tutte le epoche questo tema ha sempre occupato l'attualità tra leggi e sentimenti di rifiuto della figura del 'bohemien'. C'è un divorzio tra l'accettezione delle immagini e il rifiuto della realtà».

fonte: http://espresso.repubblica.it/multimedia/fotogalleria/32284166

Repost 0
Published by mediavertigo - in Musica e Concerti
scrivi un commento
30 dicembre 2011 5 30 /12 /dicembre /2011 19:38

pay per click

VYJ_No__106-AKB48_All__By__Myself.jpgA Tokyo è Sanremo tutto l'anno. Una band di ragazzine che si esibiscono e vengono votate in un teatro di quartiere sono riuscite a vendere con i loro ultimi tre singoli un milione di copie ciascuno. Più di Lady Gaga. Ma chiamarle "band" è riduttivo. Perché le ragazzine in questione sono novantadue. In arte AKB48. In un solo giorno puoi trovarle su nove canali televisivi e ospiti di sei programmi radio. I top brands fanno a gara per averle come testimonial, parate in mini-kilt o completi intimi a colori pastello. Secondo gli esperti sono in grado persino di dare una mano all'economia giapponese in questa fase di crisi. Dopo che l'avevano scelto loro, un tipo di reggiseno è andato esaurita in pochi giorni. E una marca di caffè ha incrementato le vendite del 7 per cento. Caffetterie e negozi con il logo AKB48 sono stati aperti a Singapore, Hong Kong e Shangai. Il fenomeno spopola, dal web ai college. Qual è il segreto di 92 ragazzine che cantano e ballano la solita musica pop giapponese, non particolarmente belle, non particolarmente brave? Il manager, il produttore e scrittore Yasushi Akimoto, dice: "Sono incomplete, altri gruppi arrivano al successo dopo tante audizioni e tanta pratica, loro invece no, i fan possono vederne i progressi passo per passo". E tra i fan, continua Akimoto "ai ragazzi piacciono perché sono carine, agli uomini perché le vogliono aiutare, come fossero sorelle o figlie, mentre le ragazze - spiega al Wall Street Journal - vorrebbero essere come loro". Insomma, conclude il manager, "seguire le AKB48 divise in quattro squadre che si esibiscono a turno nei vari quartieri della città è come tifare per la tua squadra di calcio preferita". Funziona così bene che Akimoto sta per lanciare gruppi gemelli di ragazzine anche a Taiwan, in Thailandia, Vietnam e Cina. "Un modello di business", così le definisce il presidente di Mtv. Che va molto oltre l'immagine. Sull'avventura delle ragazze di Akimoto sono stati scritti saggi, da The Economics of AKB48 a The Art of Grabbing The Hearth. La parola chiave delle AKB48 potrebbe essere partecipazione. La moltiplicazione delle vendite dei cd avviene infatti attraverso un biglietto che si trova in ogni copia del disco. Comprando il disco, compri il biglietto che ti permette di partecipare a eventi e incontrare le ragazze, o di votare la tua preferita per farla cantare nel prossimo singolo o farla comparire in un video. Ci sono fan che hanno acquistato dozzine, persino centinaia di copie dello stesso cd per dare una spinta alla propria favorita. Un po' come fa la giuria popolare al Festival di Sanremo o gli sms a X Factor, o il voto del pubblico a Miss Italia e al Grande Fratello. Qui il voto non costa come un sms ma un po' di più, quanto un cd. Clamoroso il caso dell'operaio 21nne Tomoyuki Yamada. Ha comprato 210 copie di un singolo per 1600 yen, più o meno 4300 dollari, per dare 210 voti alla sua fanciulla, Tomomi Kasai. Le più votate del gruppo si esibiscono ogni sera nel loro teatro, nel quartiere di Akihabara a Tokyo (dal nome del quartiere viene l'acronimo AKB, mentre il 48, spiega il manager, "serve a dare l'idea di un indirizzo"). E ogni sera in quel teatro la folla - per il 95 per cento pubblico maschile - impazzisce per le girls, urla il nome della favorita, canta a squarciagola e dopo due ore di spettacolo riceve i ringraziamenti dallo staff della security. Coreografia semplice, tipica musica pop giapponese, punte di acuto e cori. Mister Akimoto è sempre a caccia di nuove teenager, dice che "le tredicenni sono perfette". Chi è già del gruppo, come Rie Kithara, 20 anni, racconta che "la cosa più bella è avere la stessa età e lavorare tutte insieme, la peggiore è non poter avere un boyfriend". La scorsa estate Atsuko Maeda, in testa per consensi, ha debuttato come attrice in un film nel ruolo di una studentessa di college che diventa allenatrice di una squadra di baseball. Un'altra votatissima, Mariko Shinoda, è stata ritratta dalla sua rivista di moda, Mariko. E Vogue Girl Japan lo scorso hanno ha dedicato un servizio ad altre quattro del gruppo. Ecco il segreto. Piacciono ai ragazzi perché sono carine e agli uomini perché vogliono aiutarle, come dice il manager, o perché le teenager hanno sempre un'attrattiva un po' pruriginosa per il maschio. Ma piacciono anche e soprattutto alle ragazze e alle donne, in modo diverso. "Le femmine non sono attratte dal gruppo - spiega Sayumi Gunij, direttrice di Vogue Girl Japan - ma dalla singola ragazza. Comprano il disco e la votano perché vogliono vederla salire sul palco e cantare nei dischi, vogliono far uscire dal gruppo quella che ritengono speciale, unica". Unica come ogni donna vorrebbe sentirsi.

di giulia santerini

FONTE: http://www.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2011/12/29/news/akb48_ragazze_giapponesi_battono_lady_gaga-27344330/   link

Repost 0
Published by mediavertigo - in Musica e Concerti
scrivi un commento
22 dicembre 2011 4 22 /12 /dicembre /2011 12:45
Repost 0
Published by mediavertigo - in Musica e Concerti
scrivi un commento
14 dicembre 2011 3 14 /12 /dicembre /2011 21:51
Repost 0
Published by mediavertigo - in Musica e Concerti
scrivi un commento
14 dicembre 2011 3 14 /12 /dicembre /2011 01:03

Prenota online i voli economici eDreams!

shakira.jpgShakira Live From Paris, lo strepitoso concerto tenuto dalla popstar colombiana al Palais Omnisports di Bercy a Parigi, è stato trasmesso ieri sera (martedì 13 dicembre 2011) alle 23.30 su Italia 1. È il secondo grande evento musicale che la rete Mediaset manda in onda in esclusiva dopo l’esibizione dei Coldplay all’iTunes festival 2011 di Londra della settimana scorsa. Live From Paris, il concerto che Shakira ha tenuto il 13 e il 14 giugno scorso al Palais Omnisports di Bercy a Parigi per il tour mondiale Sale El Sol / The Sun Comes Out, è diventato anche un cd+dvd. Per gli italiani che non hanno ancora comprato il nuovo cofanetto della sensuale star colombiana, pubblicato lo scorso 6 dicembre, l’appuntamento televisivo è stato l'occasione per ascoltare ‘dal vivo’ i suoi ultimi successi: da Waka Waka a Antes de las Seis, da Loca a Gypsy, da She wolf a Underneath your clothes, da Si te vas a Inevitable.

FONTE: www.musicroom.it

Nintendo 3DS a 199 €

Repost 0
Published by mediavertigo - in Musica e Concerti
scrivi un commento
13 dicembre 2011 2 13 /12 /dicembre /2011 17:52
Repost 0
Published by mediavertigo - in Musica e Concerti
scrivi un commento
12 dicembre 2011 1 12 /12 /dicembre /2011 17:39
Repost 0
Published by mediavertigo - in Musica e Concerti
scrivi un commento
5 dicembre 2011 1 05 /12 /dicembre /2011 21:16
Repost 0
Published by mediavertigo - in Musica e Concerti
scrivi un commento
30 novembre 2011 3 30 /11 /novembre /2011 18:39
Repost 0
Published by mediavertigo - in Musica e Concerti
scrivi un commento
25 novembre 2011 5 25 /11 /novembre /2011 03:29

Fu uno dei primi chitarristi a servirsi della distorsione e dare dignità melodica al feedback, fu sempre uno dei primi a fare un uso creativo del pedale wah wah. È stato assieme ad altre band come i The Who e i Cream uno dei principali esponenti dell’hard rock negli anni 60, oltre ad aver dato un grande contributo allo sviluppo della musica heavy metal. Questo era Jimi Hendrix considerato oggi dalla rivista Rolling Stones, il miglior chitarrista di sempre.
Nella nuova edizione della “Top 100” dei migliori chitarristi di tutti i tempi, l’ultima risalente a otto anni fa, Hendrix è nuovamente al primo posto. Precede in questo modo Eric Clapton e Jimmy Page, rispettivamente secondo e terzo, seguiti da Keith Richards e Jeff Beck, quarto e quinto posto. A seguire, B.B. King, Chuck Berry, Eddie Van Halen, Duane Allman e Pete Townshend. A votare il loro chitarrista preferito sono stati chiamati a votare musicisti quali Lenny Kravitz, Eddie Van Halen (che ha conquistato l’ottavo posto), Brian May e Dan Auerbach dei The Black Keys oltre a vecchi scrittori ed editori di Rolling Stones.
“Jimi Hendrix fa esplodere la nostra idea di quello che la musica rock potrebbe essere: ha manipolato la chitarra, gli studi di registrazione e il palcoscenico”, commenta il chitarrista Tom Morello.
Lo stile e l’aspetto di Jimi Hendrix fecero subito scalpore nel momento in cui frequentò il palcoscenico, dotato di un aspetto piuttosto selvaggio e un’attitudine chitarristica più che decisa, divenne una vera e propria icona per queste sue caratteristiche. La sua influenza, inoltre, è riconoscibile in molte caratteristiche e canoni alla base della chitarra elettrica moderna.

(a cura di Sabrina Spagnoli)

FONTE: http://www.romatg24.it/spettacoli/2011/11/24/3706/rolling-stones-jimi-hendrix/   link

Repost 0
Published by mediavertigo - in Musica e Concerti
scrivi un commento

Other Articles

boulevardbroken.jpg

Una grande band di punk/pop americano: Green Day --->>> link

 

henry 200

Henry: l'elegante gazzella dell'Arsenal --->>> link

 

baudelaire.jpg

Il poeta maledetto Baudelaire --->>> link

 

medicina1.jpg

Pensiamo alla...Salute: i Forum --->>> link

 

films.jpg

Recensioni di molte pellicole cinematografiche --->>> link

 

construction.jpg

Fai un 'Project Work' per un Master o un Corso --->>> link

 

tecnologia-amica.jpg

Presentazione di prodotti tecnologici --->>> link

 

pino_scotto_rocktv.JPG

Tutti i video del guru rocker Pino Scotto --->>> link

 

musica.jpg

Articoli su artisti e gruppi musicali --->>> link

 

belabela.jpg

Le bellezze dello spettacolo: Belen, Folliero e altre --->>> Belen e altre bellezze della tv.

Calendari sexy --->>> I mitici calendari di MAX.

Cerca Nel Blog

MEDIAvertigo...altrove

vertigosublogger.jpg

http://mediayankees.blogspot.com - link

Film-TeleFilm-Partite - link

Archivi

ZANOX 1

Hotel Holidays a 129 Euro invece di 300. Risparmi il 57% (468962)

Sprintrade Network